Home matteo salvini Incontro Salvini-Berlusconi, al via processo di riappacificazione

Incontro Salvini-Berlusconi, al via processo di riappacificazione

205
0

Incontro Salvini-Berlusconi: i due leader riuniti ad Arcore fanno il punto sulla situazione del centrodestra in vista di nomine Rai e amministrative

Si è concluso intorno alle 23 di ieri sera, domenica 16 settembre, l’incontro ad Arcore tra il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi e il vicepremier leghista Matteo Salvini. Due ore di riunione in cui, alla presenza dei numeri due di FI e Carroccio Antonio Tajani e Giancarlo Giorgetti, si è discusso di nomine Rai e alleanze in vista delle prossime elezioni regionali in Abruzzo, Sardegna e Basilicata e delle europee del prossimo anno, ma soprattutto del futuro del centrodestra. Un incontro che fonti di Forza Italia definiscono “molto positivo e cordiale come sempre“, che ha visto i due leader, secondo quanto riferiscono, fare “una disamina della situazione politica italiana, internazionale e economica“,  convenire che “a breve l’intero centrodestra si ritroverà per risolvere tutti i punti all’ordine del giorno e trovare le posizioni comuni per i problemi che interessano il Paese“, e parlare “della condizione necessaria dell’esistenza” della coalizione, anche se sembrerebbe che per il momento nessuna decisione sia stata presa. Il nodo sulla presidenza della Rai e sulle alleanze per le elezioni amministrative sarebbero state rinviate ad un nuovo incontro, che avrà luogo in settimana e al quale parteciperà anche la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni.

Da quanto è trapelato, il Cavaliere sarebbe pronto a dare il via libera alla ricandidatura di Marcello Foa per la guida del Cda di Viale Mazzini, ma attende che il Carroccio chiarisca la sua posizione non solo in termini di alleanze per le amministrative, ma anche riguardo alcuni punti ora all’esame del governo come la flat tax o il famoso tetto per la pubblicità in tv e sui giornali, ormai cavallo di battaglia del Movimento 5 stelle. Dal fronte leghista si sottolinea però che si tratta di scelte da condividere con gli alleati di governo pentastellati, si precisa che “esiste un governo e un programma Lega-M5s che va avanti“, e si ribadisce che per la Lega i piani restano ben distinti: da un lato il governo con Luigi Di Maio, con cui Salvini ha l’obiettivo di arrivare fino alla fine dalla legislatura, e dall’altro la coalizione di centrodestra, con la quale andare avanti in vista delle elezioni regionali. Insomma, per capire meglio quale sarà la contropartita bisognerà attendere gli sviluppi del prossimo vertice a Villa San Martino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here